L'operazione dei Carabinieri

Contrasto alla diffusione delle droghe, scoperta piantagione di marijuana

L’indagine era partita nel maggio 2019.

Contrasto alla diffusione delle droghe, scoperta piantagione di marijuana
Cronaca Padova, 16 Gennaio 2021 ore 12:24

L’indagine ha inizio nel maggio 2019 quando, durante un’attività antidroga, i militari della sezione operativa della Compagnia Carabinieri di Padova ha arrestato DE RAZZA Simone, nato nel 1993, residente ad Albignasego, poiché nel corso di una perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di 53 grammi di resina di hashish, che conservava nel frigorifero.

Contrasto alla diffusione delle droghe

Le indagini successive convincevano gli investigatori che lo stupefacente trovato non fosse totalmente dell’arrestato, ma che quest’ultimo lo conservasse per conto di un’altra persona, successivamente identificata per BASSAN Matteo, nato nel 1988 e residente ad Albignasego (PD).

Sono state, pertanto, avviate alcune indagini tecniche, i cui esiti, riferiti all’Autorità Giudiziaria, nella fattispecie il Dott. Benedetto ROBERTI, Sost. Procuratore, consentivano di richiedere ed ottenere 15 decreti di perquisizione a carico di altrettanti soggetti che avevano frequenti contatti con BASSAN Matteo.

Il 15 gennaio 2021, in Padova, Sarmeola di Rubano (PD), Albignasego (PD) e Due Carrare (PD), militari della Sezione Operativa della Compagnia di Padova, con la collaborazione dei reparti dipendenti e di quelli competenti per territorio, supportati da un’unità antidroga del Nucleo Cinofili Carabinieri di Torreglia (PD), hanno proceduto all’esecuzione dei menzionati decreti di perquisizione circostanza in cui:

È stato tratto in arresto per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio:

  • BASSAN Matteo, trovato in possesso di 6 involucri di cellophane contenenti complessivamente gr.50 tra marijuana e hashish;
    Sono stati, altresì, denunciati in stato di libertà, per lo stesso reato:
  • C. L., nato nel 1975, residente a Sarmeola di Rubano, trovato in possesso di un laboratorio artigianale ricavato all’interno di garage, attrezzato con apparecchiatura termoriscaldante e di ventilazione, con 17 piante di marijuana in vaso, ognuno dei quali riportava scritto a pennarello il soprannome del destinatario della droga, gr. 60 di infiorescenze di marijuana e un bilancino di precisione;
  • C. D., nato nel 1987, residente a Padova, trovato in possesso di gr.10 di marijuana, due bilancini di precisione e un grinder.
  • Sono stati, infine, segnalati alla Prefettura, quali assuntori di sostanze stupefacenti:
  • C. D., nato nel 1986, residente ad Albignasego, perché trovato in possesso di uno spinello di marijuana di circa un grammo;
  • P. J., nato nel 1987, residente a Due Carrare, perché trovato in possesso di un involucro contenente gr. 2 di marijuana.

Le sostanze stupefacenti, il materiale utilizzato per la coltivazione e il confezionamento degli stupefacenti, nonché tutti i telefoni cellulari in uso agli indagati, sono stati sequestrati, mentre l’arrestato, come indicato dal Pubblico Ministero di turno, è stato posto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida per direttissima disposta per la mattinata odierna. Le indagini continuano e non si esclude che, a breve, vi possano essere degli ulteriori sviluppi.

3 foto Sfoglia la gallery
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli