Tragico incidente

Camposampiero piange la giovane vita spezzata di Alessandro Barison

Non ce l'ha fatta il 18enne, vittima di un incidente in moto mentre tornava a casa dal locale di famiglia alle Straelle. Il cordoglio del sindaco.

Camposampiero piange la giovane vita spezzata di Alessandro Barison
Cronaca Alta Padovana, 05 Luglio 2021 ore 08:10

Si è spento venerdì notte il 18enne ferito gravemente in un incidente in moto a Camposampiero. Il cordoglio della comunità.

Camposampiero piange la giovane vita spezzata di Alessandro

Non ce l'ha fatta, purtroppo. Ha lottato per alcuni giorni dopo il grave incidente in moto avvenuto poco dopo la mezzanotte dello scorso 25 giugno. Ma alla fine, nella notte tra venerdì e sabato scorso, 3 luglio 2021, il 18enne Alessandro Barison se n'è andato.

Residente a Camposampiero, dove la famiglia è molto conosciuta perché papà Umberto gestisce il noto locale "Il Mistero", alle Straelle, e la mamma Cristina Miozzo è proprietaria dell'attività "Estetica Fascino", Alessandro studiava invece alla scuola alberghiera "Maffioli" di Castelfranco Veneto.

L'incidente

Quella sera maledetta il giovane stava tornando a casa proprio dal locale di famiglia, quando, in via Straelle San Pietro, ha urtato con la rota della moto - una KTM 125 - contro il cordolo in cemento della ciclabile. Alessandro è volato in avanti per alcuni metri, ricadendo violentemente sull'asfalto.

Da subito le sue condizioni erano apparse molto gravi ed era stato ricoverato in prognosi riservata.

I ricordi

"Un grave lutto ha colpito la comunità di Camposampiero - ha scritto il sindaco, Katia Maccarrone -  Alessandro Barison, a soli 18 anni, è mancato all’affetto dei suoi cari, che in questi giorni avevano sperato in un miracolo, dopo l'incidente del 24 giugno scorso. Mi unisco al loro grande dolore ed esprimo la partecipazione di tutta Camposampiero, siamo sconvolti per la perdita di una vita così giovane. Ai genitori, Umberto titolare del Mistero e Cristina Miozzo proprietaria dell'attività Estetica Fascino, l’abbraccio, la solidarietà umana e la vicinanza con la preghiera perché trovino la forza di sopportare la perdita del loro amato figlio.

Purtroppo non è la prima volta che ci troviamo di fronte a fatti così gravi, meno di un anno fa avevamo salutato la giovane Sara, sempre per un incidente automobilistico. Sono notizie che straziano il cuore.

Cordoglio anche in parrocchia a Camposampiero:

"CIAO ALESSANDRO, buon viaggio! Il Signore ti ha voluto al suo fianco! Noi ti ricorderemo così: una risata e un pacchetto di patatine nascosto. Sarai sempre tatuato nei nostri cuori. Ciao Ale! Ti vogliamo bene".