Menu
Cerca
Doveva scontare 16 anni

Brigate Rosse, pena estinta per il terrorista padovano Luigi Bergamin

La Corte d’Assise di Milano ha dichiarato la prescrizione della pena dell’ex brigatista.

Brigate Rosse, pena estinta per il terrorista padovano Luigi Bergamin
Cronaca Padova, 12 Maggio 2021 ore 14:54

Il 29 aprile 2021 si era consegnato alle Forze dell'ordine francesi dopo la maxi operazione culminata con la cattura di altri sette ex terroristi rossi. Ma è già libero.

Brigate Rosse, pena estinta per il terrorista padovano Luigi Bergamin

La Corte d'Assise di Milano, infatti, ha dichiarato estinta la pena definitiva inflitta a Luigi Bergamin, con sentenza divenuta irrevocabile l'8 aprile 1991. Prescritti i reati a lui addebitati, dunque, che gli erano valsi una pena pari a 16 anni e 11 mesi di reclusione per concorso morale negli omicidi del maresciallo Antonio Santoro e dell'agente della Digos di Milano Andrea Campagna, consumati tra il 1978 e il 1979.

Per Bergamin, dunque, originario di Cittadella ma cresciuto a Carmignano di Brenta, era stata fissata udienza in Francia sul procedimento di estradizione in base al mandato di arresto europeo trasmesso dall'Italia, il 30 giugno 2021. Nonostante siano trascorsi più di 40 anni dai fatti di cui è stato ritenuto responsabile, ovviamente, per i famigliari delle vittime dell'ex brigatista, le ferite non si sono mai rimarginate. E questa notizia, sicuramente, non è quella sperata.