Cronaca
Dopo tre anni

Bentani, cadute tutte le accuse: "Finiti tre anni di fango"

Il sindaco era stato accusato di concussione e calunnia, la procura di Rovigo ha archiviato. "E ora chi risponderà di questo fango?"

Bentani, cadute tutte le accuse: "Finiti tre anni di fango"
Cronaca Monselice, 23 Febbraio 2023 ore 14:42

Il Tribunale di Rovigo ha definitivamente archiviato tutte le accuse che erano state avanzate al sindaco di Solesino Elvy Bentani da parte di alcuni componenti dell'opposizione. Bentani era stato indagato per presunta violazione degli articoli 317 e 368 e cioè concussione e calunnia. La Procura di Rovigo ha disposto la definitiva archiviazione delle accuse, dichiarando il sindaco estraneo da ogni accusa.

Soddisfazione ed amarezza

Bentani ha informato i suoi concittadini dell'esito del procedimento con un post su facebook nel quale compare con un calice di vino in mano a dimostrazione della sua soddisfazione anche se il suo post contiene anche grandi dosi di amarezza.

"Questa sentenza di archiviazione ristabilisce una verità ma chi mi risarcirà del danno che ha subito la mia persona e la stessa comunità di Solesino? Per me è stata durissima e le ferite ci sono, ma ha avuto la fortuna di avere vicino persone splendide, a partire dalla mia famiglia, i miei collaboratori e i miei cittadini che hanno sempre creduto in me. Ho vissuto un incubo, avevo dichiarato 3 anni fa di essere sereno perché estraneo a queste gravi accuse, basate esclusivamente sulle menzogne".

Lo sfogo del primo cittadino ha anche un obiettivo ben preciso e cioè i consiglieri di minoranza che lo avevano denunciato all'autorità giudiziaria ipotizzando pressioni indebite da parte del sindaco e del comandante dei vigili del paese.

"Le accuse devastanti e la gogna mediatica di quei giorni tristi per me e per la nostra Comunità, hanno una matrice comune: i consiglieri di minoranza.
Sono stati loro che hanno messo in atto una speculazione politica di bassissimo livello e soprattutto basata solo ed esclusivamente sulle menzogne, hanno messo in atto delle azioni di una gravità e cattiveria inaudita.
Mi auguro possano trovare l’umiltà di chiedere scusa al Sindaco, all’amministrazione comunale e ai cittadini di Solesino.
Una cosa è certa, i responsabili di queste gravissime azioni ne risponderanno nelle sedi giudiziarie".

In primavera il comune della bassa padovana andrà al voto e c'è da scommettere che questa vicenda avrà un grande peso nel dibattito pre elettorale

Seguici sui nostri canali