Carabinieri

Alì (Babà) e i tre ladroni del magazzino di Padova

Ammanchi di alimenti e detersivi fino a 50mila euro, poi la denuncia ai Carabinieri che hanno denunciato tre soggetti, tra cui il magazziniere e l'addetto alla sorveglianza.

Alì (Babà) e i tre ladroni del magazzino di Padova
Cronaca Padova, 24 Giugno 2021 ore 14:50

Denunciati tre soggetti ritenuto responsabili dei furti nel magazzino centrale della Alì di Padova. Ammanchi fino a 50mila euro.

Alì (Babà) e i tre ladroni del magazzino di Padova

I militari della stazione carabinieri di Padova Principale, al termine di attività investigativa, hanno denunciato in stato di libertà:

  • D.B.R., 46enne residente a Noventa Padovana, magazziniere
  • G.D., 60enne residente a Mirano, addetto al servizio di custodia e sorveglianza
  • S.A., 60enne residente a Padova, autotrasportatore

Gli stessi sono responsabili di furto aggravato e continuato in concorso di un'ingente quantità di merce dall'interno del magazzino centrale della "Alì" spa, con sede in via Olanda, a Padova.

Ammanchi per 50mila euro

Il 28 maggio scorso, l'amministratore delegato della nota società di distribuzione aveva infatti presentato denuncia riferendo di una serie di furti che si stava ormai protraendo da mesi. Gli ammanchi riguardavano generi alimentari e detersivi, per un valore di circa 50mila euro, tutti custoditi all'interno del magazzino sui rispettivi bancali e che venivano caricati, verosimilmente a bordo di un autocarro e portati via da ignoti.

Le indagini

Le indagini, svolte anche con l'ausilio di strumentazione tecnica, hanno consentito di individuare il magazziniere e l'addetto alla sorveglianza che, in accordo con il conducente di un Iveco furgonato, identificato durante il servizio di osservazione, si portavano via la merce in pieno giorno, senza dare adito ad alcun sospetto considerato il numero di mezzi che vengono a caricare merce in magazzino.

Sono stati così ricostruiti almeno sette episodi, nell'ultimo dei quali sono stati asportati 7 bancali di merce. I tre complici sono stati sottoposti a perquisizione locale e l'autista è stato trovato in possesso di svariata merce rubata sia dal magazzino Alì sia da altri magazzini di grandi distributori. Su quest'ultima parte di merce sono in corso gli opportuni accertamenti.