Cronaca
Squadra mobile padova

Al posto dell'airbag c'era...un "supermercato" della droga (con tanto di sacchetto della spesa)

Due cittadini albanesi del 1986 e del 1993, sono stati fermati e arrestati dalla Squadra Mobile di Padova. Inutile il tentativo di fuga.

Cronaca Padova, 20 Ottobre 2021 ore 14:30

Arrestati un 35enne e un 28enne albanesi a Padova. Al posto dell'airbag c'era un "supermercato" della droga.

Al posto dell'airbag c'era...un "supermercato" della droga

Nel pomeriggio di ieri, martedì 19 ottobre 2021, personale della Squadra Mobile ha notato, a Padova in via Configliacchi, un cittadino albanese, noto agli agenti in quanto gravato da diversi precedenti per violazione delle norme in materia di stupefacenti, posto alla guida di un’autovettura il cui passeggero era appena sceso e si era diretto, con fare sospetto, all’interno di un vialetto pedonale tra alcuni edifici.

Gli agenti in borghese hanno poi notato che l’uomo, pochi minuti dopo, era riuscito dal vialetto portando con sé una borsa da spesa in plastica, contenente qualcosa di molto voluminoso e, guardandosi insistentemente attorno, era risalito a bordo dell’auto.

Il controllo degli agenti

A quel punto l’auto era ripartita velocemente e gli operatori, avendo notato al suo interno anche colui che guidava muoversi con nervosismo e guardarsi intorno con sospetto, con l’ausilio di una Volante hanno deciso di fermarla per procedere al controllo dei due occupanti.

All’atto di richiedere ai soggetti controllati di esibire i propri documenti identificativi, gli agenti hanno notato la borsa della spesa¸ appoggiata sul tappetino lato passeggero, in gran parte occultata al di sotto del sedile, completamente vuota.

Il tentativo di fuga

In quel frangente la persona che era alla guida del veicolo andava in escandescenze e con una mossa repentina fuggiva a piedi intrufolandosi attraverso il cancello carraio di un condominio aperto, per poi scavalcare ed introdursi in un appartamento sito al piano terra dove veniva raggiunto e bloccato da un agente della Volante.

Le due persone, accompagnate in questura, sono state sottoposte a perquisizione, così come l’autovettura e l’appartamento dal quale era stato visto uscire uno dei due soggetti.

Il marchingegno elettronico

Al termine degli accertamenti sono stati sequestrati 500 grammi di marijuana rinvenuta all’interno di un involucro in cellophane trasparente sottovuoto occultato in un vano appositamente creato in corrispondenza dell’airbag anteriore destro dell’auto, apribile attraverso un marchingegno elettromeccanico azionabile con magnete, 5 chili e mezzo di cocaina, suddivisa in panetti, oltre 5 chili e mezzo di marijuana e quasi 10 chili di hashish, oltre ad una macchina per sottovuoto, dei rotoli di sacchetti in nylon per sottovuoto ed una bilancia elettronica di precisione, nonché una pistola modello Revolver marca Mateba calibro 357 magnum e n.18 cartucce di pari calibro (il tutto rinvenuto all’interno dell’abitazione nella loro disponibiltà). Per quanto sopra i due soggetti, due cittadini albanesi del 1986 e del 1993, sono stati arrestati e portati in Carcere.