Cronaca
Controlli

Abano Terme, nell'albergo lavoratori in nero e scarsa igiene in cucina: maxi multa

Proseguono i controlli del territorio nei comuni di Abano Terme e Montegrotto Terme.

Abano Terme, nell'albergo lavoratori in nero e scarsa igiene in cucina: maxi multa
Cronaca Padova, 28 Settembre 2022 ore 14:36

Nel pomeriggio di ieri, 27 settembre 2022, dalle ore 16 alle ore 22, i Carabinieri del Comando Compagnia di Abano Terme hanno dato corso a un servizio straordinario di controllo del territorio con il supporto dei Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Padova, del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Padova e della Squadra S.I.O. del 4° Battaglione CC di Mestre.

Nell'albergo lavoratori in nero e scarsa igiene in cucina

Nel corso del servizio, che ha visto i militari impegnati in attività di controllo del territorio nei comuni di Abano Terme e Montegrotto Terme, si è proceduto altresì al monitoraggio dei parchi urbani Chico Mendez e San Daniele di Abano Terme e del parco Monstar di Montegrotto Terme.

Dai controlli effettuati presso attività economiche dell’area termale, con il supporto dei Carabinieri dei reparti speciali, sono state riscontrate presso una struttura ricettiva di Abano Terme gravi violazioni amministrative relative alla presenza di 3 lavoratori non regolarmente assunti, mancanze punite dall’art. 14 d.lgs. 81/2008 con sanzione di 2.500 euro e relativo provvedimento sospensivo dell’ attività e dall’art. 3 del D.L. 12/2002 che prevede una maxi sanzione di 10.800 euro, inoltre, nella stessa struttura alberghiera, il NAS riscontrava l’assenza delle prescritte condizioni igieniche nelle cucine, contestando al titolare la violazione dell’art. 6 co.5 del D.Lgs. n. 193/2007 punita con una sanzione pecuniaria di 1.000 euro.

Identificate 83 persone

Nel corso dello stesso servizio venivano controllati e segnalati alla Prefettura di Padova 3 soggetti per esser stati trovati in possesso di sostanze stupefacenti per uso personale; ai predetti sono stati sequestrati complessivamente 0,80 grammi di “cocaina” e un flacone di 20 ml di metadone. Due dei tre soggetti sono stati fermati presso la stazione ferroviaria di Monselice, mentre il terzo in Abano Terme.

Il servizio coordinato nel complesso ha consentito di identificare 83 persone, controllare 58 mezzi, elevare 6 sanzioni per violazione delle norme della circolazione stradale e ritirare una patente di guida.

Seguici sui nostri canali