Cronaca
IL RICORDO

A un anno dall'inizio della pandemia l'abbraccio a distanza tra Vo' e Codogno

Le due comunità passeranno alla storia per essere state le prime ad essere colpite da questo terribile male.

A un anno dall'inizio della pandemia l'abbraccio a distanza tra Vo' e Codogno
Cronaca Padova, 22 Febbraio 2021 ore 14:43

Il tragico anniversario dell'inizio della pandemia è passato: un anno esatto dalla scoperta del "paziente 1" a Codogno. Un anno che ha cambiato le nostre vite travolgendole con una pandemia inaspettata e stravolgendole con le norme necessarie imposte ai cittadini.

Un anno che ci ha fatto - o avrebbe dovuto - sentire più vicini, più uniti e umani: così sicuramente è stato per le comunità di Codogno e di Vo', unite fin da subito nella inaspettata scoperta di un virus letale ancora quasi sconosciuto.

LEGGI ANCHE: Il Covid un anno dopo: tutto cominciò venerdì 21 febbraio 2020

La cerimonia commemorativa a Codogno

Come riporta Prima Lodi ieri, domenica 21 febbraio 2021, a Codogno si è tenuta la cerimonia commemorativa dell'inizio simbolico della pandemia: presenti sindaci, istituzioni, vertici regionali.

La cerimonia ha avuto inizio con il gruppo musicale Contrada dell’Oca e a seguire con la lettura di poesie degli alunni dell’Istituto Comprensivo di Codogno. All’appuntamento hanno preso parte anche Attilio Fontana, la vicepresidente della Regione Lombardia e assessore al Welfare Letizia Moratti e l’assessore regionale alla Protezione Civile Pietro Foroni, unitamente a sindaci e cittadini (in presenza e in diretta).

E' stato inaugurato il memoriale dedicato al Covid e ha chi ha lottato per batterlo, simbolo di resilienza, comunità e ripartenza: tre lapidi d’acciaio che rappresentano la città di Codogno e le due frazioni di Maiocca e Triulza, alte la prima due metri e ottanta e le altre due poco più di due metri.

L'abbraccio a distanza tra Vo' e Codogno

Nella sentita cerimonia di ieri non è poi mancato un momento per un "abbraccio a distanza" tra i sindaci di Codogno e di Vo' : due comunità che passeranno alla storia per essere state le prime ad essere colpite da questo terribile male.

Proprio a Vo' la comunità ha celebrato il ricordo in collegamento diretto con Francesco Passerini, sindaco di Codogno, che nel breve saluto ha detto:

"Ed è uno spirito diverso rispetto a un anno fa. In queste ore, stavamo cercando di capire questa situazione che ci era caduta addosso. Oggi vi arriva l'abbraccio della nostra comunità. Un segnale di amicizia, spero che veramente presto potremo vederci assieme, quando l'incubo finirà e vedremo il futuro".

Giuliano Martini, sindaco di Vo', ha poi ricordato la manifestazione dei sindaci tenutasi a settembre 2020 proprio a Codogno, salutando il collega con affetto.

Le foto della cerimonia a Vo'

6 foto Sfoglia la gallery