Cresce la preoccupazione

Variante Delta, focolaio al campeggio: dieci bambini padovani in isolamento, cinque sono positivi

In corso il tracciamento. Altro cluster nei giorni scorsi, ma stavolta di variante brasiliana, all'Arcella. Una donna in rianimazione.

Variante Delta, focolaio al campeggio: dieci bambini padovani in isolamento, cinque sono positivi
Attualità Padova, 29 Giugno 2021 ore 14:49

Gli aggiornamenti sulla campagna vaccinale e sulla presenza di cluster di varianti in provincia di Padova del direttore dll'Ulss6 Paolo Fortuna.

Variante Delta, focolaio al campeggio

Aggiornamento sulla campagna vaccinale e sulla presenza di cluster di varianti in provincia di Padova. Lo ha fatto oggi, martedì 29 giugno 2021, il direttore dell'Ulss 6 Euganea, Paolo Fortuna, ribadendo l'importanza della vaccinazione soprattutto in relazione agli ultimi casi di contagi da varianti proprio nel padovano.

"Siamo a una copertura con almeno la prima dose di vaccino del 62% della popolazione di chi può essere vaccinato e procediamo a un ritmo di 9mila vaccini giorno - ha spiegato il direttore - Ma fino al 18 luglio ci sono ancora 15.500 posti liberi circa, per cui vi invito a prenotarvi e vaccinarvi anche e soprattutto per contrastare la diffusione delle varianti".

Il cluster al campeggio

E' infatti notizia di oggi, martedì 29 giugno 2021, di un cluster legato a un centro estivo nel veneziano - a Isola Verde - che vede cinque ragazzini padovani, su un totale di dieci in isolamento, che si sono positivizzati alla variante Delta. "E' in corso il tracciamento", ha confermato Fortuna.

Settimana scorsa invece si è sviluppato un altro cluster, ma stavolta di variante brasiliana, in un condominio dell'Arcella abitato da persone originarie del Bangladesh, che ha portato a tre ricoveri all'Azienda ospedaliera di Padova, di cui uno - una donna - in rianimazione. Venerdì il dipartimento di prevenzione ha effettuato presso lo stesso condominio una quarantina di tamponi. Le persone legate a questo focolaio pare non fossero vaccinate.

"Oltre a quanto sopra è in corso di valutazione un caso di una donna padovana ricoverata sempre in azienda ospedaliera ma non sappiamo al momento con quale variante", fa sapere l'Ulss6.