Anguillara Veneta

Tornano gli sposi a Venezia e i fiori (padovani) li regala Coldiretti

Per il traguardo sentimentale di Paola e Paolo non solo il bouquet della sposa anche una gondola floreale, addobbata di fiori e piante preparate da Silvia Girotto di Sle Fiori.

Tornano gli sposi a Venezia e i fiori (padovani) li regala Coldiretti
Attualità Monselice, 07 Luglio 2021 ore 10:49

Abiti da cerimonia pronti, ristorante prenotato, parenti e amici invitati, bomboniere scelte …poi il lock down e tutto rimane in sospeso anche il sogno di un matrimonio a Venezia con il classico giro in gondola.

Tornano gli sposi a Venezia

La storia di Paola e Paolo è un racconto che appartiene a tante coppie che con l’emergenza sanitaria hanno dovuto rinunciare alle nozze. Dopo un anno di tira e molla che non ha scalfito l’amore i due ce l’hanno fatta ed eccoli felici insieme al gondoliere Manuel sul Canal Grande per le foto di rito.

Come racconta Prima Venezia, sono anche loro i testimoni della iniziativa “Ripartiamo con un fiore” una mobilitazione da nord a sud della Penisola, nel pieno rispetto delle misure di sicurezza anti virus a colpi di petali e colori organizzata dalla Coldiretti in collaborazione con AFFI (Associazione Floricoltori e Fioristi Italiani) ieri martedì 6 luglio 2021.

I fiori li regala Coldiretti

Un segnale di speranza per sostenere il ritorno alla vita di comunità nelle piazze, dei musei, dei luoghi di cultura e arte, dopo l’isolamento imposto dal Covid con garofani, gerbere, lilium, achillee, limonium, solidago, statici, lisianthus, aspidistre, aralie, monstere, ruscus e gerbere coltivate in Italia.

Per il loro traguardo sentimentale non solo il bouquet della sposa anche una gondola floreale, addobbata di fiori e piante preparate da Silvia Girotto di Sle Fiori che insieme ai fratelli coltiva nelle serre e in ​pieno campo peonie, calle, tulipani, rose e tanto altro ad Anguillara Veneta in provincia di Padova.

L’imprenditrice rappresenta un settore, quello del florovivaismo, che ha sofferto maggiormente per la pandemia, facendo i conti con l’annullamento di fiere e manifestazioni, rassegne ma soprattutto eventi come appunto i matrimoni.

Abbiamo sempre continuato a produrre a prenderci cura degli ordini dei clienti – spiega Silvia Girotto – i fiori sono sempre arrivati a destinazione, persino quelli mandati sugli altari delle Chiese per perpetuare gli atti di fede ed uscire da una situazione difficile anche con i voti. Abbiamo ripreso l’attività e oggi vogliamo testimoniare come florovivaisti l’impegno e trasmettere la forza per una ripresa vera e propria a tutti gli italiani …il sorriso, oggi, di Paola e Paolo sono il migliore degli auguri”.