Cultura della legalità

Restauro dello stemma araldico dell'Arma, due liceali in caserma a Cittadella

Convenzione tra il Liceo Artistico Fanoli e l'Arma dei Carabinieri: le studentesse protagoniste del progetto di alternanza scuola-lavoro.

Restauro dello stemma araldico dell'Arma, due liceali in caserma a Cittadella
Attualità Cittadella, 14 Giugno 2021 ore 15:27

Convenzione Liceo Artistico Fanoli e Arma dei Carabinieri: studentesse restaurano l’Araldico dell’Arma presso la compagnia Carabinieri di Cittadella attraverso il progetto di alternanza scuola-lavoro.

Restauro dello stemma araldico dell'Arma

Dal 7 al 14 giugno, la Compagnia Carabinieri di Cittadella è stata la «base operativa» per il progetto alternanza scuola-lavoro di due studentesse del Liceo Artistico “M. Fanoli” di questo centro, frequentanti la classe 4^, che hanno lavorato in ambiente esterno per 7 giorni, con materiali messi a disposizione dalla ditta “Il Centro del Colore” di Cittadella”, per effettuare il restauro dello stemma Araldico dell’Arma dei Carabinieri, posto nello spazio verde dell’ingresso pedonale.

Cultura della legalità

La convenzione, stipulata tra l’Istituto scolastico e l’Arma, fa parte di un progetto promosso da anni dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri sulla “cultura della legalità”, mediante l’effettuazione di incontri mirati presso le scuole primarie e secondarie, che vuole offrire a tutti gli studenti un occasione di confronto, di dialogo e di conoscenza dell’Istituzione “Arma dei Carabinieri” che li aiuti a respingere le seduzioni di tutto ciò che è illegale, favorire comportamenti orientati nel rispetto delle regole di convivenza civile, così da avvicinare gli stessi all’Istituzione, al fine di favorire l'accettazione e la pratica del valore della legalità.

La "convivenza" in caserma

La permanenza delle due giovani studentesse nella caserma dell’Arma, che hanno condiviso la giornata con i militari di stanza a Cittadella, ha consentito di fornire spunti ai ragazzi per comprendere l’attività svolta dai carabinieri a vantaggio delle comunità e le difficoltà che ci sono nello svolgere questo compito, nonché fornire momenti di confronto da condividere con i coetanei, come ad esempio l’orientamento professionale all’uscita dal percorso scolastico.