Attualità
Un gesto che fa scuola

Padova, la dipendente precaria resta incinta e la titolare la assume a tempo indeterminato

La scelta di Monica Bortolami, titolare di un’agenzia di comunicazione nei confronti della 28enne Ester Beda

Attualità Padova, 05 Maggio 2022 ore 16:12

 

E' tornata dalla luna di miele in dolce attesa. E quando ha confidato alla titolare di essere incinta, lei non le ha chiesto di rinunciare al suo posto di lavoro. Anzi, l'ha assunta a tempo indeterminato.


Padova, la dipendente precaria resta incinta e la titolare la assume a tempo indeterminato

Non le è stato chiesto di scegliere tra carriera e famiglia. E questo, di suo, suona quasi strano in un Paese, l'Italia, che troppe volte si trova decisamente indietro lungo il percorso di emancipazione e parità sul posto di lavoro. Ma il caso padovano è destinato davvero a fare scuola. O, se non altro, a far riflettere, a tenere accesi i riflettori per provare a immaginare, se non un presente, almeno un futuro migliore. Più inclusivo.

La titolare di un'agenzia di comunicazione, infatti, ha deciso di solcare il mare della novità, in questo senso... Quando una sua dipendente le ha rivelato di essere incinta, lei di tutta risposta l'ha assunta. A tempo indeterminato. E' la storia di Monica Bortolari, leader di un'azienda che si occupa di comunicazione e della dipendente 28enne Ester Beda. "Non meritava di restare a casa perché aspetta un bimbo - ha poi spiegato - Sono una donna e una mamma". La dipendente era entrata in azienda tre anni fa con un contratto di formazione professionale.

La dipendente 28enne Ester Beda

Prima si è occupata degli aspetti meno impegnativi, poi, via via, ha fatto carriera e ora gestisce la parte marketing. Il rapporto tra le due è dunque rodato, sincero e diretto. La titolare ha voluto farle capire che la considerava una risorsa importante, e il contratto è stato un po' il riconoscimento dell'ottimo lavoro svolto. Secondo la Banca d'Italia il tasso di occupazione delle donne è fermo al 50 per cento circa... se salisse al 60 il Pil aumenterebbe di sette punti. Non proprio bruscolini...

Il punto, poi, è un altro. Per lavorare bene, secondo la titolare, le persone devono essere serene. Il contratto a tempo indeterminato non dovrebbe essere una scelta o un problema, ma la normalità. Ora, per la futura mamma è iniziata la maternità e quindi dovrà essere trovato un sostituto. Ma anche questo non rappresenterà un problema. L'azienda che si occupa di comunicazione e reputazione sul web, anche grazie alla spinta provocata dalla pandemia, sta reagendo bene anche in un periodo per molti complesso.

LEGGI ANCHE: "Sono incinta", e il datore di lavoro la assume a tempo indeterminato

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter