Maltempo

Muson dei Sassi ancora sotto osservazione, nuova allerta arancione in provincia di Padova

Arpav indica fino alla serata di oggi, venerdì 31 maggio 2024, tempo instabile/perturbato con precipitazioni localmente abbondanti e locali grandinate

Muson dei Sassi ancora sotto osservazione, nuova allerta arancione in provincia di Padova
Pubblicato:
Aggiornato:

Nella giornata di ieri, giovedì 30 maggio 2024, la Protezione civile della regione Veneto ha rilasciato un nuovo bollettino inerente ad alcune criticità per maltempo. Ad essere attenzionato soprattutto il bacino del Muson dei Sassi, che coinvolge anche il comune di Camposampiero. Dato un probabile innalzamento dei livelli dei corsi d'acqua, è stata emessa un'allerta arancione per criticità idrogeologica.

Nuova allerta arancione per il Muson dei Sassi

Da ieri, giovedì 30 maggio 2024, il maltempo è tornato ad abbattersi su tutta la Regione. Le precipitazioni più significative si sono verificate sul Padovano centrale (28 mm a Galzignano e 29 a Legnaro in 6 ore circa).

La Protezione civile del Veneto ha, infatti, segnalato una criticità idraulica: il preallarme riguarda i bacini del Piave Pedemontano e Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, con uno stato di attenzione (gialla) sul resto dei bacini regionali.

In queste zone in allerta idraulica si potrà registrare l'innalzamento dei livelli dei corsi d'acqua principali, con un probabile superamento della prima soglia idrometrica dell'alveo.

Ciò che torna a preoccupare è, tuttavia, il canale Muson dei Sassi nella zona tra Castelfranco (Treviso) e Camposampiero (Padova), per il quale la Protezione civile regionale del Veneto ha segnalato un'allerta arancione per criticità idrogeologica che durerà fino alle 20 di oggi, venerdì 31 maggio 2024.

Due settimane fa il suo argine sinistro aveva ceduto, inondando case e campi attorno, e la settimana scorsa ha costretto vigili del fuoco a pompare acqua dal nuovo al vecchio alveo per oltre 24 ore di fila per scongiurare il ripetersi dell'inondazione.

 

Il Presidente della Regione Luca Zaia sta seguendo l’evolversi della situazione con l’Assessore regionale alla Protezione Civile.

"All’allerta gialla idrogeologica per temporali in tutto il Veneto e arancione, di preallarme, in alcuni bacini diramata ieri dalla Protezione Civile – ha dichiarato il Governatore - sono seguite questa notte precipitazioni particolarmente intense. Stiamo seguendo minuto per minuto l’evolvere delle piogge, che risultano a tratti abbondanti, e degli impatti sui vari territori. Abbiamo alcune segnalazioni di difficoltà e danni dai territori del litorale e del Veneto centrale. Monitoriamo l’evoluzione con tutti i mezzi in campo. Ringrazio tutte le persone, tecnici, volontari, operatori di ogni ambito che stanno lavorando per far sì che la fase più critica sia superata con il minor disagio possibile".

Le previsioni per i prossimi giorni

Venerdì 31 maggio

Per oggi, venerdì 31 maggio 2024, è atteso tempo instabile/perturbato con cielo in prevalenza molto nuvoloso o coperto su zone montane e pedemontane, in pianura nubi più irregolari, con possibilità di qualche schiarita specie a sud/sud-est. Nel corso del pomeriggio diradamento della nuvolosità a partire dai settori occidentali, con ampie schiarite.

Precipitazioni: Al mattino probabilità alta (75-100%) di precipitazioni a prevalente carattere di rovescio e temporale, specie sui settori centro-settentrionali, con probabili locali fenomeni intensi (forti rovesci, grandinate, raffiche di vento). Quantitativi da consistenti a localmente abbondanti sulle zone centro-settentrionali. Limite della neve in calo fino a circa 2200/2400 m, localmente e a tratti anche intorno ai 2000 m. Nel corso del pomeriggio tendenza a diradamento delle precipitazioni a partire da sud-ovest, fino ad esaurimento dei fenomeni entro fine giornata su gran parte dei territori centro-meridionali e occidentali.

Temperature: In ulteriore calo, salvo stazionarietà dei valori massimi su costa e pianura limitrofa.

Venti: In pianura variabili, con intensità debole/moderata, a tratti tesa; saranno probabili raffiche, anche forti, associate ai fenomeni temporaleschi. In quota venti tesi dai quadranti meridionali, in progressiva rotazione dai quadranti settentrionali verso fine giornata.

Previsioni meteo di venerdì 31 maggio 2024

Sabato 1° giugno

Tempo atteso: Cielo sereno o poco nuvoloso in pianura, salvo qualche annuvolamento irregolare verso sera; da sereno o poco nuvoloso a irregolarmente nuvoloso in montagna a partire dalle ore centrali.

Precipitazioni: Nelle primissime ore possibili residue precipitazioni sui settori nord/nord-orientali in successivo esaurimento. Dalla tarda mattinata sulle zone montane aumenterà nuovamente la probabilità di precipitazioni (fino a medio-alta 50-75%) con fenomeni anche a carattere di rovescio o locale temporale, in possibile sconfinamento verso sera sulle zone pedemontane. Esaurimento delle precipitazioni entro fine giornata.

Temperature: Minime in ulteriore calo, massime in ripresa, anche sensibile, con marcata escursione termica giornaliera.

Venti: Deboli variabili in pianura, a regime di brezza sulla costa; in quota dapprima dai quadranti settentrionali da moderati a deboli, in successiva rotazione da ovest.

Previsioni meteo sabato 1° giugno 2024 notte/mattina

 

Previsioni meteo sabato 1° giugno 2024 pomeriggio/sera

Domenica 2 giugno

Tendenza: Permangono condizioni di tempo variabile/instabile, con iniziali ampi tratti soleggiato e sviluppo di nubi irregolari durante le ore centrali, associate a precipitazioni, con locali rovesci e temporali, sulle zone montane, pedemontane e interne della pianura, generalmente assenti su costa e zone orientali. Temperature minime in aumento, massime stazionarie.

Previsioni meteo domenica 2 giugno 2024
Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali