Attualità
Piano urbanistico Salgaro

Avviati i lavori di costruzione della nuova rotatoria sulla Strada regionale 307, finanziati dall'accordo tra Comune di Cadoneghe e UNOX

Un intervento strategico per la viabilità sia per i residenti che per l’azienda che insiste su quel territorio.

Avviati i lavori di costruzione della nuova rotatoria sulla Strada regionale 307, finanziati dall'accordo tra Comune di Cadoneghe e UNOX
Attualità Alta Padovana, 28 Luglio 2022 ore 16:22

Avviati i lavori per l’intervento che vedrà l’ampliamento del Piano Urbanistico Salgaro con la realizzazione della nuova rotatoria sulla Strada regionale 307 (nella foto, da sinistra: Devis Vigolo - vicesindaco di Cadoneghe, Marco Schiesaro - sindaco di Cadoneghe, Enrico Franzolin - presidente Unox, Luca Cesaro e Umberto Cecchinato - parte dello staff tecnico di Unox).

Avviati i lavori di costruzione della nuova rotatoria sulla Strada regionale 307, finanziati dall'accordo tra Comune di Cadoneghe e UNOX

Dopo la posa della prima pietra, avvenuta sabato 30 aprile, del nuovo complesso industriale da parte di UNOX, azienda leader nella progettazione, produzione e vendita di forni professionali per i settori della ristorazione, del retail, della pasticceria e della panificazione, sono stati avviati i lavori per l’intervento che vedrà l’ampliamento del Piano Urbanistico Salgaro con la realizzazione della nuova rotatoria sulla Strada regionale 307.

Si tratta di un esempio virtuoso di collaborazione pubblico-privato. Il Comune di Cadoneghe realizzerà la nuova rotatoria sulla Strada Regionale 307, la Statale del Santo, a poca distanza dalla località Terraglione di Vigodarzere. L’opera prevede un innesto diretto, tramite una seconda e più piccola rotatoria, con l’area industriale rivista e ampliata dal piano urbanistico ambientale Salgaro. Un intervento atteso da decenni, del costo di 662 mila euro che sono integralmente coperti dagli oneri di urbanizzazione previsti dall’accordo pubblico-privato con UNOX, per un totale complessivo di due milioni.

La rotatoria andrà a regolare un incrocio particolarmente critico nel territorio della cintura urbana a nord di Padova, al crocevia di tre comuni (Campodarsego, Cadoneghe e Vigodarzere) nonché una via d’accesso per l’area al capoluogo, tramite il nodo, anch’esso molto trafficato, della Castagnara. Non sarà un’opera destinata solo agli automobilisti: prevista la realizzazione di due innesti ciclabili (per un valore di 101 mila euro) che la collegheranno ai percorsi già presenti e che verranno ulteriormente estesi.

Il Piano urbanistico Salgaro (dal nome della via che lo delimita) riguarda un’area dalla dimensione complessiva di 157.650 metri quadrati, interessando l’area industriale che si sviluppa a nord di Cadoneghe, dove verrà realizzata la UNOX City. Con la variante 1, approvata dal Consiglio comunale di Cadoneghe a novembre 2020, viene prevista una ricomposizione urbanistica che genererà due comparti indipendenti accorpando vecchi capannoni in disuso che verranno abbattuti.

I commenti

Resta inalterato il verde urbano presente in zona, con misure di compensazione ambientale per la CO2 prodotta che prevedono l’impianto di nuovi alberi tipici del territorio: platani, salici bianchi, pioppi italici, frassini e aceri campestri.

«Oggi diamo inizio a un cantiere atteso da molto tempo – annuncia Marco Schiesaro, Sindaco di Cadoneghe -. Dopo l’avvio dei lavori che coinvolgono l’ampliamento della zona industriale, iniziata ad aprile, tocca alla fase b. Verrà realizzata una grande rotonda in un punto cruciale del traffico di Cadoneghe, al confine tra Vigodarzere e Campodarsego. Sarà realizzata anche una pista ciclabile, dei parcheggi, verranno curato molto, infine, gli spazi verdi. Il tutto rientra in una visione più ampia della viabilità sovracomunale, che punta a risolvere i principali nodi critici dell’area urbana a nord di Padova».

«Si tratta di un’opera che prevede un investimento complessivo di 800 mila euro – aggiunge Devis Vigolo, vicesindaco e assessore all’Urbanistica - l’obiettivo principale è la messa in sicurezza per i pedoni e le bici, ora completamente assente. Ma ci saranno anche importanti benefici sul traffico».

«La realizzazione della nuova rotatoria sarà un traguardo importante per il miglioramento della viabilità di tutta l’area – spiega Enrico Franzolin, Presidente di Unox -. Investire nel progetto ci consente di migliorare le condizioni delle strade che collegano Cadoneghe e Vigodarzere, comuni dove il Gruppo Unox ha diverse sedi produttive. La realizzazione della nuova rotatoria consentirà ai nostri collaboratori di raggiungere la sede di lavoro in maggiore sicurezza grazie ad una viabilità più fluida, oltre a garantire la possibilità di scegliere di utilizzare dei mezzi sostenibili grazie ai due innesti ciclabili. L’intero investimento che stiamo sostenendo per la realizzazione della Unox City presenta, infatti, una forte attenzione alla sostenibilità. I nuovi stabilimenti verranno costruiti con un occhio di riguardo per l’efficienza energetica; con pannelli fotovoltaici su tutta la superficie dei tetti dei nuovi edifici che consentiranno la produzione di quasi 4 megawatt che rientrano nel progetto Emixion2030, con cui Unox si è data l’obiettivo di arrivare a emissioni zero entro il 2030» .

UNOX S.p.A.

Fondata a Padova nel 1990, con un fatturato consolidato di 182 milioni di euro nel 2021 e in costante crescita, UNOX S.p.A. progetta, produce e commercializza forni professionali per i settori della ristorazione, del retail, della pasticceria e panificazione. UNOX crea tecnologia intelligente applicata ai processi di cottura professionale per affiancare coloro, persone e business, che ogni giorno affrontano la sfida di costruire il proprio successo.

La società, con sede a Cadoneghe (PD), dove sono situati stabilimenti produttivi e Headquarters, è diventata negli anni il primo produttore di forni professionali per numero di pezzi venduti nel mondo. All’estero è attiva con propri uffici e filiali commerciali in 42 paesi nel mondo e i suoi prodotti vengono distribuiti in più di 110 Nazioni. Il team UNOX è composto da più quasi 900 persone, di cui più di 300 con sede all'estero. Più di 50 professionisti, fisici, ingegneri meccanici, chimici ed aerospaziali, si occupano di ricerca e sviluppo con l'obiettivo di sviluppare intelligenza e tecnologia applicabile ai processi di cottura per renderli più efficienti, ripetibili e sostenibili. Sono più di 300 i professionisti che si occupano di servizi al cliente, con l'obiettivo di assicurare la stessa esperienza ad ogni cliente, in qualunque luogo del mondo eserciti la sua attività: chef per supportarlo e consigliarlo sull'utilizzo del forno, consulenti per aiutarlo ad ottimizzare i processi di cucina, tecnici per assicurare assistenza on-site sempre impeccabile e puntuale. Data Driven Cooking è il servizio basato su tecnologie IoT e Intelligenza Artificiale con cui vengono raccolti e analizzati i dati di utilizzo dei forni connessi ad Internet per fornire informazioni complete e indicazioni personalizzate che aiutano ogni cliente ad ottenere il massimo vantaggio dalla tecnologia UNOX.

Cadoneghe: un’estate di lavori.

  • Via Verdi (rifacimento strada)

Un investimento complessivo di circa 120 mila euro per un’opera che prevede il rifacimento delle condutture idriche, fognature, condutture del gas, caditoie e asfaltatura. In questi giorni si sta procedendo alla posa della rete idrica e del gas. Una volta terminata questa fase, si procederà ai nuovi allacci. L’intervento è direttamente collegato al rifacimento della rete gas: è attualmente in corso il terzo stralcio, con interessamento di via Guido Franco. Tutta la parte occidentale di Mejaniga vedrà il completo ammodernamento dei sottoservizi comunali di acqua e gas.

  • Rotatoria tra via Prati e via Ponte Tergola

In corso il cantiere iniziato ai primi di giugno. Si tratta di un’opera dall’importo complessivo di 265 mila euro che ha lo scopo di aumentare la sicurezza stradale in un tratto di raccordo tra l’area nord di Cadoneghe, Codiverno di Vigonza e la strada regionale 308 «Del Santo». Con la nuova rotatoria arriveranno anche nuovi punti luce, con una revisione completa dell’illuminazione e della segnaletica stradale.

  • Bonifica amianto alla scuola media Don Lorenzo Milani

Sono in corso operazioni di bonifica al tetto della scuola secondaria di primo grado Don Lorenzo Milani di Mejaniga. Si tratta dell’ultimo edificio pubblico comunale a essere interessato dalla presenza di amianto nelle coperture. A giugno 2021, il Comune di Cadoneghe aveva partecipato a un bando regionale dedicato proprio all’individuazione di interventi di rimozione e smaltimento dell’amianto negli edifici scolastici risultando beneficiario del 100% della somma necessaria all’opera. L’intervento pesa per circa mezzo milione di euro, di cui 102 mila per la bonifica e 215 mila per il rifacimento. Il resto delle spese è dovuto all’Iva, alle coperture tecniche, sicurezza e imprevisti. Il cantiere si concluderà entro l’inizio dell’anno scolastico.

  • Rotatoria Terraglione

A inizio agosto prenderanno il via i lavori per la nuova rotatoria sulla Strada Regionale 307, la Statale del Santo, a poca distanza dalla località Terraglione di Vigodarzere. L’opera prevede un innesto diretto, tramite una seconda e più piccola rotatoria, con l’area industriale rivista e ampliata dal piano urbanistico ambientale Salgaro. Un intervento del costo di 804 mila euro che sono integralmente coperti dagli oneri di urbanizzazione previsti dall’accordo pubblico-privato, per un totale complessivo di due milioni. La rotatoria andrà a regolare un incrocio particolarmente critico nel territorio della cintura urbana a nord di Padova, al crocevia di tre comuni (Campodarsego, Cadoneghe e Vigodarzere) nonché una via d’accesso per l’area al capoluogo, tramite il nodo, anch’esso molto trafficato, della Castagnara. Prevista la realizzazione di due innesti ciclabili (per un valore di 101 mila euro) che la collegheranno ai percorsi già presenti e che verranno ulteriormente estesi.

  • Rifacimento dei marciapiedi in via Marconi

È stato approvato il progetto esecutivo per il rifacimento e la riqualificazione dei marciapiedi in via Marconi. Il tratto interessato è quello compreso tra l’intersezione con via Giotto e l’intersezione con via Papa Giovanni Paolo II. I cantieri avranno la durata di 60 giorni lavorativi e inizieranno ad agosto.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter